“Il nostro amico pestato nel carcere di Spezia: ecco perché abbiamo fatto il blitz” In evidenza

In un volantino distribuito in centro le ragioni dell’azione di protesta. Pesanti accuse nei confronti del personale di Villa Andreini.

Domenica, 06 Gennaio 2019 16:35

Spunta un altro volantino, tra quelli distribuiti ieri in centro dal gruppo di anarchici che ha imbrattato di vernice rossa via Prione e la fontana di piazza Garibaldi. Una vera e propria dichiarazione di intenti che chiarisce le ragioni della protesta, che ha scatenato indignazione e prese di posizione.

Nel mirino degli anarchici (il volantino è nella galleria fotografica in basso), oltre all’intero sistema consumistico, il capitale, il famigerato “produci, consuma e crepa” che muoverebbe anche le masse spezzine, è finito il carcere di Villa Andreini della Spezia, in cui è recluso uno dei membri del gruppo ("Paska, questo è il suo nome").

Accuse pesanti, quelle del gruppo, indirizzate proprio al personale che gestisce il carcere.

“Un nostro amico e compagno è recluso nel carcere della vostra bellissima città di merda – scrivono gli anarchici – Da settembre è recluso presso l’istituto carcerario di Spezia. Nel tempo precedente si trovava prima a Lecce e in seguito a Teramo. Da quando si trova recluso a Spezia sta lottando per il trasferimento in un altro carcere, la sua lotta ha toccato anche pratiche estreme come lo sciopero della fame”.

Poi l’accusa circostanziata: “Non sono mancati isolamenti punitivi e un pestaggio da parte delle guardie occultato dalle stesse”, con “l’impossibilità di farsi refertare”, sostengono gli anarchici, all’interno di “un regime di censura non dichiarato”. “Ecco perché oggi e nei prossimi mesi saremo qua”.

I quattordici protagonisti del gesto sono stati fermati ieri dalla Digos: per 10 di loro, che avevano già altri precedenti, è scattata la misura del foglio di via, che li obbligherà a non tornare alla Spezia per tre anni.

Altro capitolo è quello dei danni, sia per gli esercizi commerciali imbrattati dalla vernice, sia soprattutto per la fontana di piazza Garibaldi.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - In merito al ripristino degli orari pre-pandemia a Pitelli e alla Foce, però, nessuna novità. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa